CITTÀ

Caglia dal mare

CAGLIARI
A pochi minuti d’auto o autobus da San Sperate si trova Cagliari, il capoluogo sardo ricco di storia.
Il golfo degli Angeli che si apre sul Mediterraneo fa da scenografia a questa magnifica città bianca, elegante e signorile. Le vie dello shopping dei quartieri storici di Stampace, Marina e Villanova offrono scorci, profumi, bellissimi affacci sul mare e incorniciano il più alto quartiere medievale di Castello, con le Torri di San Pancrazio e dell’Elefante, il Museo Archeologico Nazionale, il Bastione di Saint-Remy, il Palazzo Viceregio e la Cattedrale di Santa Maria.
Ancora in pieno centro sorgono l’Anfiteatro romano e l’Orto Botanico e – appena fuori – il castello di San Michele e Tuvixeddu, la più grande necropoli fenicio-punica del Mediterraneo. La città offre inoltre molteplici attrazioni naturalistiche: la laguna di Cagliari; il parco di Molentargius-Saline, habitat naturale dei fenicotteri rosa; il mare. Imperdibile un tuffo al Poetto, la spiaggia dei cagliaritani, con l’inconfondibile Sella del diavolo.
Che sia a pranzo o a cena mai lasciare la città senza aver gustato almeno una delle sue lecornie: gli spaghetti con i ricci o la bottarga, la burrida, a base di gattuccio di mare e noci, la fregola con le vongole… sempre accompagnate da un buon bicchiere di vino bianco.

IGLESIAS
A poco più di mezz’ora in auto da San Sperate si trova Iglesias, una cittadina medioevale nota per i riti della settimana santa. Notevoli la cinta muraria, la Cattedrale di Santa Chiara e le chiese della Madonna delle Grazie e di San Francesco.
Il Sulcis Iglesiente, di cui Iglesias è la seconda cittadina, è uno splendido territorio con particolari e uniche bellezze naturalistiche, nonché una ricca storia legata all’estrazione mineraria. Le miniere, motore trainante della zona sin oltre la metà del XX secolo, grazie al parco Geominerario della Sardegna, rappresentano un importante patrimonio d’archeologia industriale riconosciuto dall’Unesco. Per ripercorrere l’evoluzione di questo fiorente passato è possibile visitare il museo dell’Arte Mineraria e il museo delle Macchine, ma soprattutto i luoghi di lavoro e fatica come Monteponi, uno dei più importanti impianti estrattivi d’Italia, il villaggio di Nebida, la laveria Lamarmora (1897) a Masua e Porto Flavia, un porto sospeso sulla scogliera che permetteva l’imbarco diretto dei minerali attraverso una galleria di 600 metri a strapiombo sul mare. Mare di un blu straordinario da cui spicca il Pan di Zucchero, monumento naturale alto 132 metri.

CARBONIA
Carbonia si trova a 45 minuti da San Sperate, è raggiungibile in auto e dista pochissimo dai fantastici litorali della costa ovest della Sardegna.
È una città di fondazione del periodo fascista (1938) costruita in soli 2 anni, nata con lo scopo di amministrare e coordinare e ospitare i lavoratori occupati nell’estrazione mineraria della zona. È un esempio di città con architettura moderna, coerente con il periodo della sua fondazione.
Oggi, dopo il suo recupero, la frazione di Serbariu ospita il museo del Carbone, perfetta riproduzione del mondo minerario.
Ai siti minerari dismessi si affiancano le aree archeologiche: il parco archeologico di monte Sirai, colonia fenicio-punica; varie grotte ‘preistoriche’; una decina di necropoli a domus de Janas e i resti di 15 nuraghi compresi fra 1600 e VI secolo a.C.

NuragheBarumini
A UN PASSO
STORIA

Cagliari: la Cittadella dei museiNel quartiere di Castello, all’interno del Regio Arsenale, si trova il maggior complesso museale della Sardegna, la Cittadella dei Musei. Nei

Caglia dal mare
A UN PASSO
CITTÀ

CAGLIARIA pochi minuti d’auto o autobus da San Sperate si trova Cagliari, il capoluogo sardo ricco di storia. Il golfo degli Angeli che si apre

Tuarredda
A UN PASSO
MARE

La Sardegna offre 1800 km di costa, ogni centimetro ha la sua particolarità, non esiste infatti un angolo uguale ad un altro. Ogni spiaggia, golfo,

montearcosu
A UN PASSO
MONTAGNA

San Sperate, pur trovandosi nel sud della pianura del Campidano, è circondata da imponenti massicci montuosi, ognuno con la sua particolarità e un’offerta di flora

ilmarehabisognodifichi
A UN PASSO
ARTE

La Sardegna ha dato i natali a diversi artisti che hanno segnato la scena culturale contemporanea, nazionale e non solo. Le collezioni di questi grandi